VINUM 2016 UN’EDIZIONE GIOVANE E DI QUALITÀ

Oltre 9 mila ticket venduti per 100 mila degustazioni. Pubblico giovane, curioso e di qualità. Cresce l’interesse dall’estero con acquisti da Stati Uniti, Canada, Russia e per la prima volta dall’Australia e dal Giappone: «Vinum lavora per diventare una manifestazione internazionale»

Vinum spegne le quaranta candeline festeggiando con numeri importanti. Dopo l’ottimo inizio durante il ponte del 25 aprile, anche il secondo weekend, seppure caratterizzato da un tempo meteorologico non favorevole, conferma la crescita qualitativa del pubblico, delle degustazioni e della partecipazione ai moltissimi eventi collaterali della manifestazione.
La 40ª edizione Vinum raggiunge i 9 mila ticket venduti per un totale di oltre 100 mila degustazioni singole.

Benissimo le vendite online, su cui si sono concentrati molti sforzi di promozione. In totale, sono stati acquistati via web 2 mila e 200 biglietti, con una crescita di oltre 60% rispetto all’anno precedente. Gli acquisti telematici provengono in maggior parte dall’Italia, ma cominciano a giungere richieste anche dai paesi esteri attraverso le quali è possibile tratteggiare un quadro della provenienza degli enoturisti stranieri giunti a Vinum: Francia, Austria, Svizzera, Germania, Svezia, Norvegia e Gran Bretagna per quanto riguarda l’Europa. Ma anche Stati Uniti, Canada e Russia. Curiosità di questa edizione 2016 sono alcuni biglietti acquistati a Toowoomba, città australiana della costa orientale, 100 km a Ovest di Brisbane, e Tokyo, capitale del Giappone.
«Negli ultimi tre anni abbiamo investito molto sulla promozione online», ribadisce Liliana Allena, presidente dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. «Per rispondere alle nuove modalità di acquisto e per permettere all’enoturista di programmare con anticipo la visita e la permanenza sul nostro territorio».

vinum 3

La Fiera Nazionale Vinum è stata organizzata dall’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in collaborazione con il Comune di Alba, l’Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero, con il sostegno della Regione Piemonte, della Camera di Commercio di Cuneo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e della Banca d'Alba Credito Cooperativo.

Grazie alla collaborazione del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, il Consorzio Tutela Roero, i Produttori Moscato d’Asti Associati, l’Associazione Cantine di Alba, il Consorzio Alta Langa, la Bottega del Vino di Dogliani, la Cantina Comunale i Sörì di Diano, il Consorzio di Tutela dei vini d’Asti e del Monferrato, i Produttori di Montelupo Albese e Rodello e l’Istituto Grappa Piemonte, si sono potute degustare 552 etichette di 232 produttori della zona, nonché numerose etichette di grappe piemontesi.

vinum 4

 



freccia  Torna all'elenco news