Ambulanti e Bolkestein: tavolo tecnico

Ha avuto luogo martedì 5 luglio a Torino un incontro fra i rappresentanti delle Ascom piemontesi e i funzionari della Regione Piemonte Claudio Marocco e Maria Grazia Aimone, del settore Attività produttive-Commercio.

«Con gli esperti della Regione – spiega Battista Marolo, presidente regionale della Fiva-Confcommercio (Federazione italiana venditori su area pubblica) e referente della Fiva albese aderente all'A.C.A. – sono stati approfonditi gli effetti della direttiva comunitaria nota come “Bolkestein”, a lungo dibattuta per le conseguenze che la sua applicazione potrebbe avere sul commercio ambulante».

Dal confronto ampio e costruttivo sono state poste le basi per un tavolo tecnico di prossima organizzazione che tratterà nello specifico le tempistiche e le modalità del rinnovo delle concessioni per il commercio su area pubblica.
Nel contesto della trattativa condotta in confronto con l'ente regionale allo scopo di mitigare e rendere più razionali gli effetti della direttiva Ue, la Fiva- Confcommercio ha sempre posto l'accento sull'esigenza primaria del mantenimento dei posti di lavoro.

«La legge regionale di attuazione della Bolkestein - sostiene il direttore A.C.A. giuliano viglione - ha sostanzialmente salvaguardato le attività che da tanto tempo operano nelle piazze dedicate ai mercati. I tavoli tecnici indetti con la Regione Piemonte sono importanti anche perché viene previsto quale tipo di supporto le organizzazioni sindacali dovranno fornire alle amministrazioni comunali per garantire una omogeneità nelle incombenze di risistemazione e di riassegnazione dei posteggi mercatali nel contesto della concreta applicazione delle nuove normative europee».



freccia  Torna all'elenco news