AGENTI CHIMICI: AGGIORNATI I VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE PROFESSIONALE

I Ministeri della Salute, del Lavoro e delle Politiche Sociali hanno modificato i limiti di esposizione professionale ad alcuni agenti chimici cui dovranno attenersi tutti i datori di lavoro ai fini della sicurezza dei propri lavoratori.

Con il Decreto interministeriale del 18 maggio 2021, in attuazione della Direttiva Europea 2019/1831/UE del 24 ottobre 2019, è stato sostituito l’allegato XXXVIII del Decreto legislativo 81/2008 e, oltre a riportare modifiche dei valori limite di esposizione, sono stati inseriti ulteriori agenti chimici, che rendono necessario l’aggiornamento della valutazione del rischio chimico.

La nuova lista di agenti chimici per cui si definiscono i valori limite ricomprende:

- anilina,

- clorometano,

- trimetilammina,

- 2-fenilpropano,

- acetato di sec-butile,

- 4-amminotoluene,

- acetato di isobutile,

- alcool isoamilico,

- acetato di ributile,

- tricloruro di fosforile. 

Ricordiamo che il valore limite di esposizione professionale è il limite della concentrazione media ponderata nel tempo di un agente chimico nell’aria, all’interno della zona di respirazione di un lavoratore, in relazione ad un determinato periodo di riferimento (art. 222 del Dlgs. 81/2008).

L’Associazione Commercianti Albesi fornisce un apposito servizio dedicato all’analisi delle modifiche apportate e all’aggiornamento della valutazione del rischio chimico e dei campionamenti ambientali.

Ove pertinenti, gli aggiornamenti del documento di valutazione dei rischi dovranno essere eseguiti entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto, avvenuta il 28 giugno 2021. 

Per informazioni, esecuzione campionamenti ambientali, redazione e/o aggiornamento del documento di valutazione del rischio chimico:

Ufficio Sicurezza, Ambiente, Igiene
Tel. 0173/226611
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.