CONGUAGLIO MESE DI DICEMBRE 2020, POSSIBILI SITUAZIONI IN BUSTA PAGA IN CASO DI CASSA INTEGRAZIONE PAGATA DIRETTAMENTE DA INPS (E FSBA)

 

A seguito dell’utilizzo nell’anno 2020 della “Cassa Integrazione COVID” con pagamento effettuato direttamente dall’INPS (e F.S.B.A.) bisogna prestare particolare attenzione alle seguenti situazioni:

- OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANNO 2021 (MOD. 730) ANCHE PER CHI HA SOLO UN REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE

- POSSIBILE CONGUAGLIO DI FINE ANNO POSITIVO

 

Vediamo le due possibili casistiche, più nel dettaglio.

 

OBBLIGO PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE DEI REDDITI (MOD. 730) ANCHE PER I SOGGETTI CON UN SOLO REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 

L’INPS (e l’FSBA), pagando direttamente la cassa integrazione, sarà tenuto ad elaborare un “modello CU” che verrà pubblicato sul sito e potrà essere scaricato dal lavoratore tramite l’accesso con PIN, SPID o tramite un patronato.

Il lavoratore, per l’anno 2020, avrà quindi due modelli CU elaborati rispettivamente:

- dal datore di lavoro - relativo alle retribuzioni pagate;

- dall’INPS (o FSBA) - relativo alla cassa integrazione liquidata direttamente dall’Istituto.

Pertanto, al fine di denunciare all’Agenzia delle Entrate tutti i propri redditi, anche i lavoratori con un solo reddito da lavoro dipendente saranno tenuti alla presentazione della dichiarazione redditi anno 2021 (modello 730 o modello UNICO riferiti ai redditi anno 2020).

 

BUSTA PAGA DI DICEMBRE 2020 CON “CONGUAGLIO POSITIVO” E RECUPERO BONUS RENZI O TRATTAMENTO INTEGRATIVO PER I PERIODI DI CASSA INTEGRAZIONE

I periodi di cassa integrazione con pagamento da parte dell’INPS (o FSBA), hanno determinato un imponibile annuo su cui viene effettuato il calcolo dell’IRPEF da parte del datore di lavoro. Di conseguenza, il risultato del conguaglio fiscale potrebbe essere una restituzione d’imposta che sarà evidenziata nella casella “REST. ECCED. IMPOSTA” del prospetto paga del mese di dicembre 2020 come nell’esempio sotto evidenziato. Precisiamo che l’importo indicato è puramente a titolo di esempio.

ES NOTIZIARIO 0121

 

ATTENZIONE: considerata la totalità dei redditi percepiti nell’anno, il lavoratore potrebbe dover restituire l’importo indicato nella casella “restituzione eccedenza d’Imposta” della propria busta paga in sede di dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello UNICO).

Segnaliamo inoltre che, il netto a pagare della busta paga di dicembre 2020, potrebbe incrementare anche per effetto della corresponsione del “Bonus Renzi (in essere fino a giugno 2020)”, del “Trattamento integrativo” e/o “dell’Ulteriore detrazione” (che hanno sostituito ed integrato il “Bonus Renzi” da luglio 2020).