RIFINANZIATA MISURA BENI STRUMENTALI - NUOVA SABATINI

  
 

Con Decreto Legge 30 giugno 2021, n. 99 contenente “misure urgenti in materia fiscale, di tutela del lavoro, dei consumatori e di sostegno alle imprese” è stata rifinanziata con ulteriori 600 milioni totali la misura a supporto degli investimenti produttivi “Beni Strumentali – Nuova Sabatini” dopo qualche giorno di chiusura dello sportello per esaurimento fondi.

Le agevolazioni previste

 • un finanziamento agevolato da parte di banche e intermediari convenzionati, anche a copertura totale dell’investimento;

• un contributo a fondo perduto ministeriale rapportato agli interessi di tale finanziamento;

• l’eventuale garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento purché di durata non superiore a 5 anni, di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro, interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili.

Le nuove domande di agevolazione Sabatini avranno il contributo erogato dal MiSE in un’unica soluzione, con le modalità e nei termini previsti dalla normativa in vigore.

 

CUMULABILITÀ CON CREDITO DI IMPOSTA

Il finanziamento è cumulabile con le agevolazioni previste dal credito di imposta ordinario e 4.0 il che comporta vantaggio in termini di rimborso fino al 60% dell’investimento effettuato.

 

I BENI ACQUISTABILI

I beni devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per “impianti e macchinari”, “attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” ovvero spese classificabili nell'attivo dello stato patrimoniale nonché a software e tecnologie digitali. 

Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, relative a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti”.

Gli investimenti devono soddisfare i seguenti requisiti:

- autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito

- correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa

 

Per maggiori informazioni e redazione domande di finanziamento contattare Ufficio credito ACA ai seguenti riferimenti:

Chiara Chiavazza 0173/226663 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Davide Paganotti 0173/226671 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.