GAL LANGHE ROERO: 60% A FONDO PERDUTO PER TURISMO E RISTORAZIONE

 

Al fine di sostenere le attività economiche in ambito turistico, il GAL Langhe Roero Leader ha indetto un bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto su investimenti, fino a 30.000 euro pari al 60% della spesa sostenuta.

Beneficiari

Microimprese non agricole attive al 31/12/2020, sia del settore turistico (strutture ricettive e/o della ristorazione, erogatori di servizi turistici) sia aventi natura produttiva/commerciale purché di settori/attività in grado di manifestare effetti positivi (diretti e/o indiretti) in ambito turistico.

Importo contributo

Il bando eroga contributo a fondo perduto pari al 60% della spesa sostenuta fino ad un massimo di €30.000 per singola impresa ammessa.

Importo minimo progetto finanziabile €3.000

Obiettivi del bando

La finalità perseguita dal Bando (attraverso la concessione di un contributo in conto capitale) è contemporaneamente quella di:

a) favorire la sostenibilità delle attività economiche e delle produzioni identitarie in ambito turistico attraverso il sostegno alle azioni, ai servizi e alle produzioni quale potenziale motore di sviluppo del territorio

b) sostenere investimenti finalizzati a consentire alle imprese di reagire e adattarsi – nel breve e medio periodo – a situazioni di crisi e di emergenza. L’adattamento potrà consistere nella predisposizione di soluzioni e strumenti organizzativi e investimenti materiali che consentano all’impresa il proseguimento dell’attività sia in forma “passiva” tradizionale, con l’adeguamento di impianti e attrezzature alle nuove modalità di lavoro, somministrazione o comunque fruizione degli spazi, sia in forma “attiva” e diversificata, con l’attivazione di nuove modalità operative o nuovi prodotti/servizi offerti o nuove modalità di erogazione dei servizi, attraverso l’implementazione di funzionalità e business precedentemente non presenti che amplino le opportunità di reddito e le prospettive economiche.

Spese ammissibili

Sono ammesse le spese sostenute dopo l’invio della domanda ed entro la data di conclusione del progetto (12 mesi compresa la rendicontazione), rientranti nelle tipologie A o B previste dal bando.

Tipologia A – investimenti materiali finalizzati a migliorare carenze strutturali:

a) superare le difficoltà legate alla presenza di spazi interni ristretti (es. camere, spazi ristorazione, laboratori e strutture artigiane, punti vendita anche aziendali), sia attraverso soluzioni contingenti (es. paratie divisorie in plexiglass e/o cartongesso) sia attraverso soluzioni durature (es. nuovi muri, nuovi locali, etc.), anche con la finalità di consentire l’accesso alla struttura/azienda in sicurezza,

b) realizzare e rendere fruibili spazi esterni attrezzati (es. pergole, dehors, chioschi, padiglioni, giardini d’inverno, sistemi di riscaldamento esterni, coperture, ripari, etc.),

c) dotare gli ambienti di adeguati sistemi di sanificazione e condizionamento (es. ventil, ionizzatori, sistemi di ricircolo dell’aria, sistemi di filtrazione dell’aria),

d) consentire la consegna di derrate alimentari, attraverso veicoli e attrezzature per trasporto (ad es. veicoli specializzati, contenitori refrigerati/riscaldati per consegna a domicilio di pasti e generi alimentari),

e) favorire la digitalizzazione delle aziende attraverso attrezzature informatiche per uso di software dedicati (ad es. per il controllo dei flussi di utenza, controllo da remoto, e-commerce),

f) ridurre il digital-divide e superare le difficoltà legate alla carenza di adeguato segnale internet nelle aree non raggiunte dalle tradizionali soluzioni di rete fissa, al fine di consentire l’erogazione del servizio di connessione a internet nelle aree del GAL attualmente non coperte dal segnale, attraverso attrezzature di radio-telecomunicazione/telefonia/connettività,

g) dotare le strutture ricettive e della ristorazione di posti letto e/o coperti che siano pienamente accessibili e fruibili dalle persone con disabilità fisico-motorie,

h) altri impianti e attrezzature funzionali ad adeguare l’attività ai nuovi scenari migliorando l’adattamento e la resilienza, ampliare l’attività imprenditoriale, incrementare le opportunità di reddito e implementare funzionalità e business precedentemente non presenti e in grado di dare all’azienda ulteriori prospettive economiche;

Tipologia B – investimenti immateriali finalizzati a:

a) creare reti territoriali di collaborazione con altri soggetti pubblici o privati e sistemi di contatto finalizzati alla fidelizzazione del cliente (piattaforme web di commercializzazione e gestione delle commesse e degli ordini, software per la gestione e registrazione della clientela, sistemi di prenotazione per le consegne dei gruppi di acquisto),

b) dotare l’azienda di programmi informatici e software tra cui sistemi di e-commerce,

c) altri impianti e attrezzature funzionali ad adeguare l’attività ai nuovi scenari migliorando l’adattamento e la resilienza, ampliare l’attività imprenditoriale, incrementare le opportunità di reddito e implementare funzionalità e business precedentemente non presenti e in grado di dare all’azienda ulteriori prospettive economiche.

 

Per maggiori informazioni:
Chiara Chiavazza 0173/226663 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Davide Paganotti 0173/226671 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Elisa Montrucchio 0173/226549 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Federico Chiavassa 0173/226557 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.