BENI STRUMENTALI - NUOVA SABATINI LE AGEVOLAZIONI PREVISTE

 

La misura Beni strumentali "Nuova Sabatini" è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese che intendono investire per accrescere la propria produttività.

La misura sostiene gli acquisti delle PMI in macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione delle attività finanziarie e assicurative e delle attività connesse all’esportazione.

LE AGEVOLAZIONI

• Un finanziamento agevolato da parte di banche e intermediari convenzionati, anche a copertura totale;

• Un contributo a fondo perduto ministeriale rapportato agli interessi di tale finanziamento;

• L’eventuale garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento purché di durata non superiore a 5 anni, di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro.

NOVITÀ

La nuova Legge di Bilancio estende il versamento dell’intera somma di contributo a tutte le imprese che chiedono il finanziamento eliminando il precedente limite dei 200.000 euro di finanziamento e prevedendo, quindi, che il contributo statale venga sempre erogato in un’unica soluzione.

I BENI ACQUISTABILI

I beni devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per:

• “impianti e macchinari”;

• “attrezzature industriali e commerciali”;

• “altri beni” ovvero spese classificabili nell'attivo dello stato patrimoniale nonché a software e tecnologie digitali. 

Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, relative a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti”.

Gli investimenti devono soddisfare i seguenti requisiti:

- autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito;

- correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa

 

Per maggiori informazioni e redazione domande di finanziamento contattare Ufficio credito ACA ai seguenti riferimenti:

Chiara Chiavazza 0173/226663 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Davide Paganotti 0173/226671 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.