LR 34: TASSO 0% E FONDO PERDUTO PER IMPRESE ARTIGIANE

  

L’agevolazione per le imprese del comparto artigianato, finanzia gli interventi per la realizzazione di progetti di investimento, sviluppo, consolidamento e per le connesse necessità di scorte.

I progetti di spesa dovranno essere di importo minimo pari a €25.000 per micro e piccole imprese, €250.000 per le medie imprese.

L’agevolazione consiste in un finanziamento dell’intero progetto di investimento con il concorso di risorse regionali fino al 70% dell’importo richiesto a tasso zero e di risorse messe a disposizione da banche, a tassi di mercato convenzionati.

In aggiunta è possibile ottenere un contributo a fondo perduto concesso con le seguenti percentuali massime:

- micro imprese: 10% della quota di finanziamento pubblico erogata;

- piccole imprese: 8% della quota di finanziamento pubblico erogata;

- medie imprese: 4% della quota di finanziamento pubblico erogata.

Sono agevolabili le seguenti tipologia di spesa

- Macchinari e impianti di servizio ai macchinari, attrezzature

- Hardware e software

- Mobili, arredi e macchine d’ufficio, strumentali al progetto di investimento

- Automezzi per trasporto di cose nuovi con ammissione di acquisto di automezzi alimentati a benzina o combustili alternativi

- Opere edili

- Brevetti, marchi, licenze e diritti d’autore

- Sistemi e certificazioni aziendali che riguardino la qualità della lavorazione, il rispetto per l’ambiente e la sicurezza e la salute dei lavoratori

- Certificazioni di prodotto non obbligatorie rilasciate da Organismi adeguatamente accreditati

- Sono ricompresi anche tutti gli interventi necessari allasanificazione degli ambienti di lavoro e all’acquisto di DPI (ad esempio guanti, mascherine, camici o occhiali), e più in generale quegli investimenti necessari a modificare i propri processi produttivi e di lavoro, al fine di adeguarli rispetto alle esigenze di sicurezza e distanziamento sociale derivanti dall’emergenza sanitaria in corso causata dal COVID-19 e alle necessità legate all'attivazione e al rafforzamento dello smartworking (ad esempio hardware e software).

Sono ammesse anche le seguenti tipologia di spesa ma con limitazioni:

- Acquisto e/o costruzione di immobili (max importo spese principali)

- Avviamento d'azienda (max 35% spese principali)

- Scorte (aumento spese per scorte al 20% delle spese principali)

- Spese per servizi (max 25% spese principali)

- Spese generali (max 5% spese principali) 

Il progetto deve essere concluso entro e non oltre:

- 18 mesi per i progetti inferiori o uguali a 250.000€

- 24 mesi per i progetti superiori

Prima dell’invio domanda occorre avere parere favorevole dall’istituto finanziatore.


L’Ufficio Credito dell’Associazione Commercianti Albesi è disponibile alla redazione delle domande di finanziamento ai seguenti recapiti:
Chiara Chiavazza 0173/226663 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Davide Paganotti 0173/226671 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Elisa Montrucchio 0173/226549 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

freccia  Torna alle news