VISITA, AMA, RISPETTA. AIUTACI A PROTEGGERE I NOSTRI PAESAGGI UNESCO - EDIZIONE 2022


VISITA, AMA, RISPETTA.

AIUTACI A PROTEGGERE I NOSTRI PAESAGGI UNESCO 

EDIZIONE 2022

Sono oltre 10 le tonnellate di rifiuti raccolti grazie alla collaborazione di almeno 600 volontari della Protezione Civile dei Comuni di Langhe e Roero mobilitati per le Giornate di Pulizia del Territorio del Progetto “Visita Ama Rispetta - Aiutaci a proteggere i nostri paesaggi Unesco”.

Con l’arrivo della primavera e l’apertura della stagione turistica, l’Associazione Commercianti Albesi con il Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, d’intesa con le preziose squadre di Protezione civile del territorio, hanno nuovamente coordinato il progetto, giunto ormai alla 5ª edizione e rivolto alla tutela dell'ambiente e della bellezza delle colline.

Imponente il dispiegamento di forze: uomini, donne e ragazzi giovani hanno provveduto alla raccolta di ogni genere di rifiuto, dai tanti pneumatici ai materassi, dai frigoriferi ai lavandini, dagli arredi di ogni tipo alle pentole, dalle bottiglie di vetro a quelle di plastica, dalle lattine ai sacchi dell’immondizia di abitazioni private abbandonate nei fossi…

Sembra impossibile che, nonostante il funzionamento dei servizi di raccolta rifiuti a domicilio e la disponibilità delle aree ecologiche ad accogliere i materiali ingombranti, in troppi ancora scelgano consapevolmente l'incuria e l'odiosa pratica dell'abbandono dei propri rifiuti sui bordi delle strade o in angoli nascosti delle colline, in spregio alle più elementari norme di educazione e civiltà.

Tuttavia, le giornate di pulizia di “Visita, Ama, Rispetta.”, avviate nel 2018, hanno visto una sempre maggior partecipazione, a riprova di quanto, per fortuna, la sensibilità verso la tutela dell’ambiente sia in costante crescita.

Oltre ai comuni che hanno già effettuato la pulizia in questi giorni, altri procederanno nei prossimi fine settimana e per tutto il mese di aprile. Un bel risultato che esprime, ancora una volta, l’attaccamento della gente al territorio e alla tutela della sua bellezza.

Va rilevato, inoltre, che in numerose località le Amministrazioni comunali installeranno idonei strumenti di controllo del territorio per fotografare i “furbetti del degrado”, così da poterli adeguatamente sanzionare.

Un riconoscente «GRAZIE!» a tutti i volontari della Protezione Civile della provincia di Cuneo da parte dell’Associazione Commercianti Albesi, del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, della Regione Piemonte Assessorato al Turismo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, dell'Associazione Alba Iniziative – AlbaIn e del Coabser.

«I volontari della Protezione civile – sottolinea Elisabetta Grasso, direttore del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero – hanno fatto e stanno facendo un ottimo lavoro, che ci permette di presentarci ai nostri ospiti con luoghi ordinati e puliti. I turisti stanno arrivando, le richieste di informazioni e prenotazioni sono in costante aumento. La guerra e i numeri ancora importanti legati alla pandemia non sono di troppo aiuto alla serenità, ma le nostre colline sono percepite come una destinazione sicura, in campagna, nel verde, con ampi spazi, la giusta privacy e lontano dagli assembramenti (che dobbiamo riuscire ad evitare) e quindi ci sono tutti i presupposti per un ottimo avvio di stagione!».

«Ci tengo a ringraziare tutte le numerosissime persone che nei vari gruppi dislocati nel territorio hanno partecipato anche quest'anno all'evento – afferma Gianni Bonino, vice presidente Coordinamento provinciale Protezione Civile Cuneo -. Dopo il periodo pandemico, che ha frenato anche questa attività, l'adesione massiccia ha consentito di ripulire uno dei paesaggi più belli al mondo, del quale tutti dobbiamo avere cura».

«Un altro buon risultato - dichiara il presidente ACA Giuliano Viglione -, anche se ci troviamo ancora una volta a constatare che la maleducazione e la carenza di senso civico sono atteggiamenti difficili da debellare. Non smetteremo di combatterli, perché il paesaggio è prima di tutto la nostra casa, il luogo in cui viviamo e lavoriamo, dove produciamo la ricchezza del territorio, ma è anche una meta ambita dai visitatori di tutto il mondo, nonché Patrimonio dell'Umanità Unesco, da preservare e valorizzare sempre nella sua veste migliore».