LA SOLIDARIETÀ DEL COMMERCIO ALLE VALLI TANARO E VERMENAGNA

  
 

L'Associazione Commercianti Albesi ha deciso di intervenire in aiuto delle attività commerciali di Limone Piemonte e di Garessio, località duramente colpite dagli eventi alluvionali del 2 e 3 ottobre scorsi, assurte a simbolo della devastazione del territorio e del tessuto economico locale particolarmente centrato sul turismo e sul commercio.

L'obiettivo è aiutare due attività tra le più danneggiate dalla furia delle acque a rialzarsi e guardare nuovamente al futuro. Destinatarie della raccolta fondi che prossimamente sarà avviata tra i propri associati: si tratta di “Dolce Vita”, negozio di abbigliamento per l'infanzia di Paola Bettega a Garessio e di “Cristina Fiori”, di Cristina Astegiano a Limone Piemonte.

Nei prossimi giorni anche gli associati A.C.A. che condivideranno l'iniziativa e che - pur in un momento difficile per tutte le categorie del commercio, del turismo e dei servizi – vorranno partecipare, potranno versare le proprie offerte su un conto corrente dedicato.

«Il significato di questo gesto è la “restituzione” - dichiara il presidente A.C.A. Giuliano Viglione – nel segno di quanto già fatto dalla nostra Associazione nei confronti di realtà colpite da calamità naturali: dalle aree terremotate di L'Aquila e Reggio Emilia, siamo sempre stati presenti con contribuzioni e sostegno al settore del commercio colpito. Ora, purtroppo, tocca al nostro Piemonte. Vogliamo contribuire in modo tangibile affinché le attività del territorio alluvionato possano ripartire, in quanto i piccoli negozi costituiscono un presidio fondamentale per le comunità di città e paesi».

«L'Associazione Commercianti Albesi - commenta il direttore A.C.A. Fabrizio Pace – non ha mai distolto lo sguardo da altre realtà territoriali che, nel tempo, sono state vittima di eventi nefasti, soprattutto quando questi hanno coinvolto le imprese distruggendone o compromettendone il lavoro di anni. In questo caso, le imprese già messe a dura prova dalla pandemia, sono state ulteriormente funestate dall'alluvione e meritano tutta la nostra solidarietà».

 
 

freccia  Torna all'elenco news