IL COMMERCIO RIPARTE E LO DICE CON UN FIORE

 

 

Lunedì 18 maggio è il giorno in cui i negozi possono ricominciare la propria attività e lavorare con l’obiettivo di raggiungere una nuova normalità. È una data importante e molto attesa perché fondamentale per la ripartenza di uno dei principali motori dell’economica locale.

Oggi più che mai gli esercenti hanno bisogno di sostegno e questo non può mancare dai principali interlocutori del territorio.

Nel mese scorso Comune di Alba, Banca d’Alba e Associazione Commercianti Albesi hanno sottoscritto un “Accordo di Sostegno al Territorio” che prevede interventi a supporto delle famiglie e imprese del territorio per contrastare gli effetti dell’emergenza Coronavirus.

Oggi, con l’apertura dei negozi, queste tre realtà uniscono nuovamente le forze per essere vicini ai negozianti che da oggi potranno nuovamente “tirare su le serrande”.

Per celebrare questo momento, il Sindaco di Alba, Carlo Bo, il Presidente di Banca d’Alba, Tino Cornaglia e il Presidente dell’A.C.A., Giuliano Viglione, hanno consegnato ai presidenti dei comitati cittadini degli esercenti (Micaela Delsanto per “Alba Sotto le Torri – Commercianti Centro Storico, Alessandro Boffa per Albauno-corso Piave e Libero Siragusa per Albapiù-corso Langhe) una graziosa piantina fiorita.

Questa iniziativa simbolica ha un suo fondamento molto concreto dal punto di vista economico: l’accordo prevede infatti che Banca d’Alba azzeri automaticamente, a tutti gli esercenti associati alla Associazione Commercianti Albesi, il canone trimestrale del conto corrente fino a giugno compreso. Inoltre Banca d’Alba omaggia agli oltre 15mila dipendenti delle imprese associate A.C.A. una polizza assicurativa Covid19.

Queste misure si sommano a quelle già garantite agli associati A.C.A. nell’Accordo di Sostegno al Territorio: dalla sospensione del pagamento del mutuo all’anticipo della cassa integrazione, dalla nuova liquidità alla moratoria dei finanziamenti e la proroga delle scadenze dei crediti.

Nei prossimi giorni, inoltre, tutte le attività associate A.C.A. riceveranno una lettera contenente la comunicazione di tali misure, unitamente ad una bustina di semi di fiori, per replicare e diffondere il significato di rinascita e speranza.

Il Presidente A.C.A., Giuliano Viglione: “Finalmente un passo importante verso il ritorno alla normalità, con l'apertura di gran parte delle attività, un segnale positivo nei confronti della clientela. Ringraziamo Banca d'Alba che fin dall'inizio dell'emergenza non ha mai fatto mancare il proprio appoggio alle iniziative messe in atto a sostegno delle imprese. Queste sinergie proficue, insieme alle nuove consapevolezze maturate e all'apprezzato ruolo rivestito dai negozi di vicinato nel periodo di difficoltà, ci consentono di guardare ad una positiva ripartenza”.

Il Sindaco di Alba, Carlo Bo: “I negozi della nostra città hanno bisogno e tanta voglia di rinascere, proprio come questi fiori, simbolo per eccellenza del ritorno della bella stagione e di nuove energie. Sono sicuro che la tenacia degli albesi porterà anche la rifioritura economica in città; non sarà un processo facile né rapido, ma chiedo alle attività commerciali di guardare al futuro con fiducia, certi che l’amministrazione sarà al loro fianco”.

Il Presidente di Banca d’Alba, Tino Cornaglia: “Oggi è un giorno importante ed il dono simbolico agli esercenti vuole rappresentare un nuovo inizio, mettendo in campo la tenacia, la fiducia e la perseveranza tipica della nostra gente per un risultato che non si vedrà subito ma tutti insieme annaffieremo la nostra terra perché rinascano piante rigogliose. Noi staremo al fianco di tutti i commercianti e di tutta l’economia locale e faremo la nostra parte come sempre. Noi ci siamo”.

 

freccia  Torna alle news