“BONUS MERCATI” PER GLI AMBULANTI, F.I.V.A.: «PRIMI VERI INTERVENTI PER LE IMPRESE DANNEGGIATE DAL COVID-19»

 

 

Il Comitato F.I.V.A.-Confcommercio del Piemonte, presieduto dall'albese Battista Marolo, con i vice presidenti i vice presidenti Gualtiero Chiaramello, presidente F.I.V.A. Cuneo e Alessandro Loqui presidente F.I.V.A. Vercelli e con il segretario regionale Marco Scuderi, hanno incontrato mercoledì 6 maggio scorso a Torino il presidente Alberto Cirio e l'assessore al Commercio Vittoria Poggio.

Nell'occasione, la Regione ha comunicato i contenuti del cosiddetto “Bonus mercati”, misura contenuta nel decreto “Riparti!Piemonte”, rivolta in specifico alle imprese dell'ambulantato piemontese, con la quale vengono stanziati 13 milioni di euro a fondo perduto per circa 10 mila ambulanti del Piemonte, dei quali 7 mila nel comparto non alimentare e 3 mila in quello alimentare.

Gli operatori dei mercati del Piemonte del settore non alimentare, quello più danneggiato dal lockdown causato dall'emergenza Covid-19, riceveranno 1.500 euro, mentre gli ambulanti alimentari che, pur potendo proseguire l’attività, hanno lavorato solo parzialmente a causa delle restrizioni, riceveranno un bonus da 500 euro.

Il sistema di erogazione è stato studiato per essere semplice e veloce: gli operatori riceveranno da Finpiemonte una comunicazione via pec per indicare il conto corrente su cui ricevere il contributo, che verrà accreditato nell’arco di qualche giorno.

«Siamo molto soddisfatti dell'importante lavoro svolto come Comitato regionale – dichiara il presidente Battista Marolo – in collaborazione con Confcommercio Piemonte e con il coordinamento della Segreteria regionale F.I.V.A. presso l'Associazione Commercianti Albesi -. Il bonus, oltre ad essere un aiuto tangibile per le imprese colpite dal blocco delle attività, rappresenta anche un'iniezione di fiducia, che auspichiamo possa essere preludio di una veloce riapertura di tutti i mercati, per un ritorno ad una normalità auspicata non soltanto dai mercatali ma da tutta la nostra affezionata clientela. D'altra parte, i commercianti ambulanti hanno dimostrato di essere i primi a rispettare e a far rispettare le regole igienico-sanitarie, garantendo così lo svolgimento dei mercati sotto il profilo della sicurezza pubblica».

«F.I.V.A. Confcommercio – ha aggiunto il segretario Marco Scuderi - ha inoltre apprezzato l'impegno dichiarato dal presidente Cirio e dall'assessore Poggio su una prossima soluzione alla questione del rinnovo autorizzazioni in scadenza il 31 dicembre 2020, nonché sulla riapertura di tutti i mercati, anche no food, sull'intero territorio regionale».

 

 

freccia  Torna alle news