CONTRATTI A TERMINE E LEGGE DI BILANCIO, ESPERTI ALL’A.C.A.

 

Sono stati i provvedimenti inerenti al lavoro e collegati alla legge di bilancio 2019 a tenere banco nel primo convegno dell’anno organizzato presso l'Associazione Commercianti Albesi da A.C.A. Formazione, che mercoledì 20 marzo ha visto l'intervento degli esperti Arturo Maresca, fra i principali giuslavoristi italiani, docente universitario di Diritto del Lavoro, componente di Comitati scientifici nazionali e internazionali, promotore di Studi in materia di economia e lavoro ed Eufranio Massi, già componente di Commissioni ministeriali e direttore del sito “Dottrina per il lavoro” (www.dottrinalavoro.it).

L'approfondimento svolto presso la sala “Alba” dell'A.C.A. dinnanzi ad una qualificata platea formata da imprese, avvocati, consulenti del lavoro, ha messo in evidenza “Le contraddizioni del mercato del lavoro, fra contrasto alla povertà e crescita economica” (questo il titolo dell'evento), affrontando temi quali le agevolazioni per le assunzioni, il reddito di cittadinanza e gli sgravi contributivi, l'incremento delle sanzioni in materia di lavoro. Ciò, non dimenticando di svolgere ulteriori riflessioni sul contratto a tempo determinato, con particolare riferimento alla stagionalità, ma anche l'indennità risarcitoria per i licenziamenti illegittimi, tornando in questo caso su un tema già affrontato precedentemente ma esaminando le questioni ancora aperte dopo la sentenza della Corte Costituzionale n. 194. E, ancora, l'appalto non genuino e le conseguenze in ordine alla responsabilità del committente.

Questo il commento degli autorevoli relatori: «Una giornata positiva nella quale abbiamo affrontato argomenti attuali – sostengono Massi e Maresca –. In particolare abbiamo potuto approfondire le assunzioni agevolate, per le quali mancano ancora decreti da parte del Ministero del Lavoro e soprattutto il tema della stagionalità nei contratti a termine, assai sentito nell'albese dove molte imprese operano nei comparti commercio e turismo. In questa zona sarebbe opportuno poter instaurare più rapporti a termine con gli stessi lavoratori durante l'anno, ma l'attuale normativa comporta un aumento della contribuzione per il datore di lavoro». Le complessità per le aziende non finiscono qui: in caso di licenziamento è aumentata l'incertezza sull'entità del risarcimento, poiché il giudice, per definirla, può aggiungere altri criteri oltre all'anzianità lavorativa arrivando a 36 mensilità. «Molto soddisfacente – concludono i relatori – l'ampio dibattito sviluppatosi con i partecipanti al momento formativo».

«Prosegue anche quest'anno il percorso formativo iniziato con A.C.A. Formazione nel settembre 2017 e giunto, con il convegno appena svoltosi, al settimo appuntamento. - commenta Fulvio Taliano, responsabile Area Lavoro dell'Associazione Commercianti Albesi -. Confidiamo che anche i prossimi temi siano di vasto interesse per i professionisti che ogni giorno si occupano della complessa materia del lavoro».

 

PROSSIMO EVENTO, IL 28 MAGGIO

“Autonomia e subordinazione - Le nuove frontiere” è il titolo del prossimo convegno organizzato da A.C.A. Formazione presso l’Associazione Commercianti Albesi, che avrà luogo martedì 28 maggio sempre a partire dalle ore 14.00 nella sala “Alba” di piazza San Paolo 3 ad Alba.

Relatori saranno, oltre a Eufranio Massi, il prof. Paolo Stern, docente universitario consulente del lavoro, esperto in relazioni industriali, autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto del lavoro.

Tra gli altri, saranno trattati i seguenti temi: le collaborazioni coordinate e continuative: i controlli ispettivi e le prime indicazioni della magistratura; le prestazioni autonome occasionali: le criticità e le posizioni degli organi di vigilanza; il lavoro intermittente e le prestazioni occasionali; la somministrazione e il contratto a tempo determinato: come affrontare le problematiche attraverso la stagionalità e i contratti di prossimità; il ruolo del consulente del lavoro nella gestione delle crisi d’impresa.

PER ADESIONi: Segreteria organizzativa, tel. 0173 226694
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

freccia  Torna all'elenco news