L’ACCOGLIENZA TURISTICA CRESCE PAROLA D’ORDINE: «AUTENTICITÀ»

Tra i dati dei flussi turistici in Piemonte nel 2017 brillano i risultati delle colline di Langhe e Roero che registrano oltre 338.000 arrivi (+7% rispetto al 2016) e 750.000 presenze (+6%).

Gli stranieri rappresentano il 62% delle notti dormite, gli italiani il 38%, in controtendenza rispetto al dato piemontese che vede gli italiani in prevalenza.
La Svizzera e la Germania si riconfermano i principali mercati storici per il territorio, ma il Nord Europa, con il Benelux e la Scandinavia, raggiunge numeri decisamente soddisfacenti, sia in termini di arrivi che di permanenze, che ripagano del tanto lavoro di promozione fatto in questi anni: Danimarca +14% di presenze, Svezia +30% e poi Norvegia, Olanda e Belgio. 
Il Nord America con gli Stati Uniti +17% e Canada +46%, Francia +12%. Tra i mercati più nuovi e a lungo raggio crescono Brasile +40% e Australia +33%.

UNA STAGIONE LUNGA 9 MESI
Sulle colline di Langhe e Roero la stagione turistica dura 9 mesi, da aprile a dicembre, con ottime performances da maggio a novembre. L’estate arriva quasi a pareggiare i numeri dell’autunno: settembre e ottobre sono i mesi storicamente di maggior affluenza, ma anche luglio e agosto portano alle strutture turistiche ottime soddisfazioni grazie, in particolar modo, ai viaggiatori nord europei che soggiornano più a lungo della media.
L’impegno al prolungamento della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba a tutto novembre ha favorito l’estensione del periodo di apertura delle strutture. La valorizzazione delle tipicità e autenticità, tramite oltre cinquanta attività di intrattenimento “Authentic Experiences” curate dal Consorzio, è un fondamentale strumento per far apprezzare le tradizioni e una strategia mirata ad aumentare le permanenze.

ACCOGLIENZA FAMILIARE
Le strutture ricettive presenti sul territorio sono mediamente piccole e di carattere, a testimonianza di una cultura che privilegia l’accoglienza familiare, curata e personalizzata. Il profilo del turista che sceglie Langhe e Roero è sempre più elevato, preparato e con un alto livello culturale; è attratto dall’eccellenza enogastronomica - espressa nella sua essenza più autentica dalle trattorie ed osterie tipiche - e dall’ospitalità calorosa che mette il visitatore al centro dell’attenzione.
Fondamentale è non perdere mai di vista l’obiettivo di mantenere la genuinità delle radici, valorizzare l’autenticità e far crescere ulterioriormente le eccellenze di ospitalità e di alta gastronomia, senza che queste colline diventino una meta troppo turistico-commerciale.

 

freccia  Torna alle news