PEDONALIZZAZIONE CENTRO STORICO

L'incontro tra i commercianti e l'Amministrazione comunale è avvenuto mercoledì 22 giugno presso la sala “Riolfo”.

Il sindaco di Alba Maurizio Marello ha esposto personalmente i dettagli del piano di pedonalizzazione del centro storico di Alba così come proposto alla Commissione consiliare competente nell'incontro molto partecipato di mercoledì 22 giugno.

Si tratta della seconda fase dopo la sperimentazione dei primi due varchi di controllo elettronico – in piazza Rossetti e in via Cavour – che ha limitato il passaggio dei veicoli e prodotto sanzioni a partire dal 1 marzo per un ammontare di circa 140 mila euro.

Cosa cambierebbe
A partire dall'autunno, l'Amministrazione comunale intende chiudere con ulteriori varchi gli accessi tra via Calissano e via Coppa, tra via XX Settembre e via Gioberti, anticipare il varco di via Cavour in piazza Garibaldi; verrebbero sostituiti i pilotti agli ingressi di piazza Michele Ferrero. In questo modo si pedonalizzerebbero completamente le piazze Ferrero, Risorgimento, San Francesco, Garibaldi, via Pertinace, nonché le vie Cavour, Mazzini e Coppa; parzialmente via Roma, via Belli, via Calissano, via Manzoni, via Gioberti e via Vernazza. Verrebbe invertito il senso di marcia in una porzione di via Ospedale e nelle vie Rattazzi e San Giovanni per mantenere un ingresso in piazza Pertinace, dove la pedonalizzazione attuale risulterebbe estesa.

Le osservazioni
La prospettiva ha suscitato un acceso dibattito e gli esercenti hanno potuto manifestare le loro molteplici perplessità. Prima fra tutte, secondo il direttore dell'Associazione Commercianti Albesi Giuliano Viglione, la mancanza di un ampio disegno complessivo, che non può essere fatto soltanto di chiusure, ma deve anche tener conto di grandi spostamenti di flussi, come quello che sarà generato nel prossimo futuro dal trasferimento dell'ospedale. Restano da sciogliere i nodi della riqualificazione di piazza Duomo, piazza Rossetti, corso Italia, via Roma, e va ripensato organicamente l'arredo urbano, non prima di una accurata e puntuale pulizia generale.
Emergono tutte le diverse esigenze in relazione alla tipologia di esercizio: molta la preoccupazione, espressa principalmente dalle attività che non ricevono un diretto beneficio dal turismo e che temono una drastica riduzione dei passaggi e minori incassi.
L'Amministrazione comunale (erano presenti oltre al sindaco gli assessori al Commercio Massimo Scavino, ai Lavori Pubblici Alberto Gatto, ai Trasporti Rosanna Martini) ha raccolto le osservazioni dei presenti. L'Associazione Commercianti ha sollecitato un prossimo incontro per gli approfondimenti del caso. L'auspicio unanime è di perseguire e trovare una soluzione equilibrata e non dannosa per alcuno.



freccia  Torna all'elenco news