Ambulanti e Bolkestein: Conclusa la formazione

Si è concluso il ciclo di incontri formativi organizzati da Confcommercio Piemonte e Fiva Piemonte sul tema dell’applicazione della Direttiva Bolkestein alle concessioni di posteggio su area pubblica, che interesserà – con pubblicazione dei bandi comunali dal mese di ottobre 2016 e rilascio dei nuovi titoli entro il 7 maggio 2017 – gli operatori del commercio ambulante, gli edicolanti, gli esercenti attività di somministrazione e gli artigiani che occupano il suolo pubblico.

Dopo aver incontrato nel mese di luglio i rappresentanti della Direzione regionale Attività Produttive, giovedì 8 settembre, a Torino, i dirigenti ed i funzionari di Confcommercio e Fiva Piemonte, guidati dal Segretario Generale di Confcommercio Piemonte, Marco Gossa, e dal Presidente di Fiva Piemonte, Battista Marolo, si sono confrontati con Armando Zelli, Segretario Generale FIVA.

L’incontro ha permesso di approfondire la nuova disciplina, le scadenze per la riassegnazione dei posteggi e gli ultimi aspetti organizzativi, ponendo particolare attenzione al supporto che gli uffici dell’organizzazione dovranno garantire agli operatori, a partire da una divulgazione capillare delle informazioni necessarie per predisporre correttamente le domande di rinnovo, ed alle azioni da intraprendere nei confronti delle amministrazioni comunali, incluso, se necessario, il sostegno e la consulenza tecnica.

Verifica della data dell’ultimo rinnovo della concessione di posteggio, verifica del possesso dei titoli di priorità relativi all’anzianità di impresa del titolare e degli eventuali sub ingressi succedutisi negli anni, rientro in possesso della concessione come ditta attiva in tempi utili alla prima riassegnazione, verifica che la concessione trasferita non abbia perso titoli di priorità durante il periodo in cui è stata concessa in gestione. Sono solo alcuni dei suggerimenti rivolti agli operatori, i quali possono comunque trovare un valido supporto nella rete di sportelli Confcommercio e Fiva attiva sul territorio piemontese.

Dichiara Battista Marolo, Presidente di Fiva Piemonte: «È necessario riconoscere come il dialogo tra istituzioni nazionali e regionali con le associazioni di categoria abbia consentito di definire soluzioni certamente adeguate per salvaguardare le legittime aspettative degli operatori mercatali».

 

freccia  Torna all'elenco news