COMUNICAZIONE BLACK LIST: PROROGATI I TERMINI

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che è differito al 20 settembre 2016 il termine per l’invio della comunicazione annuale “black list” relativa al 2015. La scadenza originariamente prevista era l'11/04/2016 per i soggetti mensili e il 20/04/2016 per i soggetti trimestrali.

La proroga – precisa l’Agenzia - ha lo scopo di permettere agli operatori “di adeguare i software necessari per l’invio delle comunicazioni sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata”.

La comunicazione è obbligatoria solo se l’importo complessivo annuale delle operazioni è superiore a € 10.000; detto limite va riferito al complesso delle operazioni effettuate / ricevute.
Gli acquisti / cessioni di beni nonché le prestazioni di servizi rese / ricevute, registrate o soggette a registrazione, nei confronti di operatori economici con sede, residenza o domicilio in Stati “black list” devono essere comunicati all’Agenzia delle Entrate utilizzando il quadro BL del Modello di comunicazione polivalente.
Sono esonerati i contribuenti che applicano il nuovo regime forfetario riservato alle persone fisiche, imprese e lavoratori autonomi, nonché i contribuenti minimi in attività al 31.12.2014 che proseguono con tale regime anche nel 2015.

Il decreto “Semplificazioni”, oltre ad aver fissato a 10.000 euro complessivi annui il limite il cui superamento fa scattare l’obbligo di presentazione della comunicazione “black list”, ha modificato la periodicità di invio della  omunicazione, che ora è divenuta annuale, in luogo di quella mensile / trimestrale. Il limite dei 10.000 euro si intende non per singola operazione ma come limite complessivo annuo, con la conseguenza di far scattare l’obbligo di comunicazione una volta superato il limite di 10.000 euro di valore complessivo di operazioni.
La comunicazione va inviata all’Agenzia delle entrate esclusivamente in via telematica. Le operazioni “black list” comunicate utilizzando il quadro BL del Modello di comunicazione polivalente non vanno riportate nella comunicazione clienti-fornitori (spesometro).

 



freccia  Torna all'elenco news