FATTURAZIONE ELETTRONICA TRA PRIVATI - AL VIA LA SPERIMENTAZIONE

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato nei giorni scorsi sul proprio sito internet le bozze dei documenti tecnici necessari all'utilizzo del Sistema di Interscambio (SdI) anche nei rapporti commerciali tra privati.

Dopo il consolidamento della fatturazione elettronica per i soggetti che hanno rapporti con la Pubblica Amministrazione, dal 1º luglio è stata avviata la fase di sperimentazione per i privati – cosiddetta b2b - al fine di individuare le eventuali criticità derivanti dall’utilizzo del sistema e poter effettuare gli opportuni miglioramenti.
L'attivazione definitiva è prevista a partire dal 1º gennaio 2017, quando le imprese e i professionisti avranno la possibilità di generare le proprie fatture attraverso il Sistema di Interscambio, che oltre a tracciare il documento, controlla le procedure, verifica che non vi siano errori, accorcia sensibilmente i tempi di protocollo, registrazione ed archivio.

L'adesione a questo innovativo sistema non è obbligatorio per i rapporti tra privati: tuttavia, per incentivare le partite Iva a servirsene, il legislatore metterà in campo dal prossimo anno alcune facilitazioni nella relazione con l'amministrazione finanziaria: chi aderirà sarà esonerato dall'invio dello spesometro, delle comunicazioni riguardanti operazioni con i Paesi “black list”, dei modelli Intrastat riguardanti acquisti di beni e prestazioni ricevute e, tra l'altro, potrà ricevere rimborsi Iva in via prioritaria entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione annuale.

Si tratta di un ulteriore passaggio verso la completa digitalizzazione e semplificazione dei rapporti tra fisco e contribuenti, secondo le direttive dell'Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) che mirano a rendere il Fisco meno invasivo e punitivo.

Per informazioni: tel. 0173/226611 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


freccia  Torna all'elenco news