PIANO STRAORDINARIO PER L’OCCUPAZIONE

Piano Straordinario per l’occupazione - misura i.6 - Fondo di garanzia per il microcredito.

Obiettivo della misura offerta dalla Regione Piemonte è la realizzazione di un’idea imprenditoriale da parte di soggetti che non sono in grado di fare autonomamente ricorso al credito bancario ordinario (soggetti non bancabili). Tale situazione ha posto la necessità di organizzare un’attività mirata di accoglienza, ascolto e accompagnamento, non solo per accertare che ci si trovi di fronte effettivamente a soggetti non bancabili, ma per assisterli nelle seguenti fasi: valutazione del progetto del soggetto non bancabile e della sua capacità a realizzarlo; inquadramento dal punto di vista burocratico e del mercato; scelta della tipologia di impresa da creare (impresa individuale, società di persona o cooperativa); attivazione dell’impresa o dell’avvio di attività di lavoro autonomo.

I soggetti non bancabili saranno seguiti anche nella fase della spesa nella restituzione delle rate e nella rendicontazione da presentare a Finpiemonte. Le attività di accoglienza, ascolto e accompagnamento sono messe a disposizione da una rete di istituzioni non profit, coordinata e rappresentata dalla Fondazione don Mario Operti, e da un’Associazione Temporanea di scopo, coordinata e rappresentata da Confcommercio Piemonte e che coinvolge otto Associazioni datoriali.

Beneficiarie della misura sono le PMI (costituite o iscritte al registro imprese nei 36 mesi antecedenti la presentazione della domanda) e lavoratori autonomi (data attribuzione Partita IVA nei 36 mesi antecedenti la presentazione della domanda) che: sono soggetti non bancabili; hanno un codice di attività primario ATECO 2007 compreso tra quelli elencati nel bando; non sono soggette a procedure concorsuali o a liquidazione volontaria. Iniziative ammissibili: investimenti da 3.000 euro a 25.000 euro, sostenuti nei sei mesi antecedenti la data di presentazione
della domanda e fino a 24 mesi dall’erogazione del finanziamento, per: spese in conto gestione (parcella notarile riguardante la costituzione o la cessione dell’azienda, materie prime, semilavorati, prodotti finiti -merci destinate alla rivendita-, spese per locazione, formazione e qualificazione dell’imprenditore, dei soci e del personale, spese per prestazione di servizi, tenuta contabilità, registrazione di brevetti, realizzazione di sistemi di qualità, certificazione di qualità; opere murarie; impianti, macchinari e attrezzature, arredi, mezzi di trasporto; acquisto di software, siti internet e logo; sicurezza, accessibilità e ambiente nei luoghi di lavoro; spese generali supplementari nel limite del 20% della spesa complessiva ammissibile.

Sono ritenuti ammissibili anche i beni usati. L’agevolazione consiste in una garanzia gratuita e sostitutiva sull’80% del finanziamento bancario. Le domande si presentano tramite lo sportello di accompagnamento via Internet.


Per informazioni: Ascom Fidi Langhe e Roero tel. 0173/226611 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


freccia  Torna all'elenco news