Aggiornamento requisiti professionali per gli autoriparatori

Entro il 04/01/2018, tutte le imprese che operano nel settore delle autoriparazioni dovranno adeguarsi alle novità che erano state introdotte dalla legge 224/2012.

Per effetto di tali norme le due sezioni “meccanico-motoristica” ed “elettrauto”, sono confluite in un’unica nuova sezione denominata “meccatronica”. Nessuna variazione è invece stata apportata alle restanti sezioni di “carrozzeria” e “gommista”. Il preposto alla gestione tecnica dell’attività di meccatronica dovrà quindi possedere sia i requisiti per lo svolgimento dell’attività di meccanico-motoristica che per quella di elettrauto.
Pertanto, le imprese il cui responsabile tecnico sia già abilitato alla meccanica-motoristica e a quella di elettrauto, potranno proseguire l’attività. Diversamente, quelle che possiedono i requisiti per una sola di esse, dovranno frequentare gli appositi corsi professionali istituiti dalla Regione. In caso di mancato adeguamento dei requisiti professionali il responsabile tecnico non potrà più essere preposto alla gestione tecnica dell’impresa.
Vi sono tuttavia alcune eccezioni che esentano dall’obbligo di frequentare i corsi professionali: l’aver compiuto 55 anni d’età alla data di entrata in vigore della nuova normativa – ossia essere nati entro il 04/01/1958 – in tal caso si potrà proseguire l’attività fino al conseguimento della pensione di vecchiaia; o, qualora l’impresa sia abilitata per una sola delle due categorie, dimostrando di aver svolto attività su sistemi complessi (es. centralina elettronica, cambio automatico, ABS, etc.), documentando l’effettivo esercizio, per almeno 3 anni nell’arco degli ultimi 5 di tali attività, esibendo non meno di 5 fatture per ogni anno di riferimento.

Per ulteriori informazioni
tel. 0173/226611
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

freccia  Torna all'elenco news