DIRITTO DI RECESSO DA CONTRATTO DI FORNITURA DI ENERgIA ELETTRICA O GAS

L’ Autorità per l’energia ha pubblicato la delibera 302/2016 che riduce a tre settimane le tempistiche per cambiare il fornitore di energia.

Il provvedimento si applica obbligatoriamente, a partire dal 1 gennaio 2017 ai seguenti contratti:

  • elettricità: utenze domestiche e utenze non domestiche alimentate in bassa tensione;
  • gas: utenze domestiche e non domestiche purché limitatamente ai punti con consumi annui complessivamente inferiori a 200.000 smc.

Con la nuova delibera, l’Autorità ha puntualizzato, che il diritto di recesso non può essere sottoposto a penali né spese di chiusura e che eventuali clausole in tal senso si considerano non apposte.
Nel caso in cui il diritto di recesso sia manifestato senza il fine di cambiare venditore, ma ai fini della cessazione della fornitura, il termine di preavviso del diritto di recesso del cliente finale non potrà essere superiore ad un mese.

Per ulteriori informazioni: tel. 0173/226611 

 

freccia  Torna all'elenco news