Addio a Giancarlo Drocco

 

Si è spento lunedì 5 giugno 2017 il presidente dell'Associazione Commercianti Albesi, Giancarlo Drocco. Aveva 78 anni.

Con lui se ne va un uomo dal carisma e dalla leadership indiscutibili, volitivo e determinato. Giancarlo Drocco è stato esempio di lungimiranza, capacità di visione, un precursore grazie al quale il mondo del commercio, del turismo e dei servizi, insieme, sono riusciti negli anni a connotare fortemente il nostro territorio, a plasmarne gli aspetti dell'accoglienza turistica, a stimolare l'imprenditorialità, a catalizzare interessi e attenzioni da parte del resto della provincia, della regione e, grazie ai legami stretti e franchi con la Confcommercio, anche di molti osservatori nazionali.

Il temperamento di Giancarlo Drocco ha radici lontane.
Fin da studente egli dimostra doti organizzative e carisma, quando partecipa alla fondazione del periodico studentesco albese “Il Bandolo”, di cui tra il 1958 e il 1964 è direttore.
L'esperienza editoriale affonda le radici in un momento di fermento culturale giovanile, animato da alcuni autorevoli mentori quali don Paolo Tablino, Ettore Paganelli, Armando Serra, Pino Prandi e Cesare Delpiano.
“Il Bandolo” fu uno strumento di grande attualità, collettore della critica giovanile, della riflessione sui grandi temi, che per molti versi anticipò e superò la contestazione studentesca del '68, in un modo assai più riflessivo, ponderato e costruttivo.

Avvia la carriera lavorativa come assicuratore, fa il suo ingresso in A.C.A. nei primi anni Sessanta come coordinatore e successivamente come direttore, chiamato dal presidente Gian Giacomo Toppino.

È in questi anni che inizia la crescita dell'Associazione, che si articola in tutti i servizi necessari alle imprese, tutt'oggi attivi e implementati continuamente secondo la filosofia di Drocco, quel “guardare oltre” che è divenuto una regola nel Dna dell'A.C.A.

Nel 1996 è tra i principali ispiratori della nascita dell'Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero, avendo intuito le enormi potenzialità del settore turistico del nostro territorio. Propugna la crescita dell'offerta, il numero dei posti letto, la qualità della ristorazione, elementi determinanti nel rendere le Langhe e il Roero meta di un turismo di alto livello, i cui benefici, oggi, si riverberano sull'economia generale.

Negli stessi anni emerge ufficialmente l'ambizione di Alba-Bra a divenire provincia, e sarà ancora una volta l'A.C.A. guidata da Drocco a gestire l'istruttoria per la presentazione della richiesta a Roma, dopo aver aggregato la stragrande maggioranza dei comuni di Langhe e Roero. Sempre degli anni Novanta è la fondazione del Comitato Promotore per l'Ospedale Unico di Alba e Bra, una scelta rivoluzionaria, che mira a chiudere due ospedali vetusti per realizzarne uno soltanto, abbandonando i campanilismi e collocando la struttura a metà strada. Un progetto ambizioso, che si spera presto concluso.

Dal 2001 al 2011 è componente il Cda della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Nel successivo quadriennio riveste il medesimo ruolo nella Ubi Banca Regionale Europea.

Resterà direttore dell'Associazione Commercianti Albesi fino al 2009, quando l'Assemblea dei soci ne ratifica la nomina a presidente, successore di Gian Giacomo Toppino che assume la carica di presidente onorario.

Nel marzo 2011 ottiene l'adesione diretta dell'Associazione Commercianti Albesi alla Confcommercio nazionale (unica realtà non capoluogo di provincia a figurare nel novero).

Nel giugno 2013 viene nominato presidente di Con.Ascom, società cooperativa che riunisce una trentina di società di servizi della galassia Confcommercio dislocate nel nord Italia.

Sempre nel 2013 riceve il Sigillo d'Oro della Camera di Commercio di Cuneo per la lunga esperienza maturata sin dal 1979 nel ruolo di dirigente e direttore prima, nonché di presidente dal 2009, dell’Associazione Commercianti Albesi.
L'assegnazione a Giancarlo Drocco del ‘Sigillo d'oro’ da parte della Camera di commercio di Cuneo - si legge nella motivazione - premia il profondo legame con il territorio di Langa, la capacità di farne elemento portante di una politica di promozione che sta assicurando frutti di rilievo e la determinazione nell'esaltare imprenditorialità che hanno radici antiche, ma che non avrebbero raggiunto gli obiettivi oggi acquisiti senza il contributo di uomini capaci, coraggiosi e determinati nelle scelte”.

Nel dicembre 2014 è nominato componente della Giunta della Camera di Commercio di Cuneo.

Con Giancarlo Drocco l'Associazione Commercianti non manca di essere presente, partecipe e spesso protagonista delle principali battaglie in difesa del territorio e della sua unicità.

Tra le altre iniziative ispirate da Drocco, nel marzo 2015 si concretizza il percorso dell'Associazione “Langhe Roero Tavolo delle Autonomie per il Territorio”, a coronamento di un percorso iniziato nel 2012, realtà che riunisce 73 municipalità tra cui Alba e Bra e 12 soggetti privati tra aziende di primo piano, organizzazioni di categoria e altri soggetti rappresentativi del territorio.
Finalità del sodalizio è affrontare univocamente le problematiche politico-economico-sociali dell'area di riferimento, nel momento di maggiore incertezza istituzionale dal secondo dopoguerra ad oggi, mentre le Province si avviano allo smantellamento, e all'orizzonte si profilano riforme basilari che potrebbero cambiare il Paese.

È Giancarlo Drocco ad aver non solo ispirato ma sostenuto caparbiamente le battaglie in difesa del tribunale di Alba e del servizio di Emodinamica presso l'ospedale San Lazzaro di Alba, solo per citare i temi più recenti sui quali egli si è impegnato ed ha impegnato le istituzioni locali e non.

Nel 2015 viene nominato componente del Consiglio confederale di Confcommercio-Imprese per l'Italia. Un riconoscimento all'Associazione Commercianti Albesi, alla persona e alla sua proverbiale leadership.

Nel giugno dello stesso anno un malore lo allontana dall'Associazione Commercianti Albesi, realtà alla quale, in costante contatto con il presidente storico Gian Giacomo Toppino, scomparso il 25 gennaio scorso, e insieme agli storici collaboratori, ha dato negli anni forma e sostanza, facendola crescere e diventare un riferimento per tutto il territorio.

L'Associazione Commercianti Albesi e tutte le attività del commercio, del turismo e dei servizi esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia Drocco in questa triste circostanza.


Il rosario si terrà martedì 6 giugno 2017 alle ore 20.30 presso la Parrocchia di Cristo Re ad Alba.
Il funerale sarà celebrato mercoledì 7 giugno 2017 alle ore 15.00 presso la Parrocchia di Cristo Re ad Alba.