TERMINE AGEVOLAZIONI MOBILITÀ AL 31/12/2016

La Legge 92/2012 (Legge Fornero) ha previsto a partire dal 2017 l’abrogazione dell’istituto della mobilità (L. 92/2012 art. 2 comma 71).

Il sostegno al reddito dei lavoratori che perdono involontariamente la disoccupazione verrà garantito dal contributo NASPI (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego) sia per i licenziamenti individuali, sia per i licenziamenti collettivi. Il contributo NASPI non è legato all’anzianità anagrafica del lavoratore, ma alla sua anzianità contributiva. Il contributo NASPI è corrisposto per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni per un massimo di 104 settimane (24 mesi).

Assumendo lavoratori iscritti alle liste di mobilità le aziende possono (esclusivamente fino al 31/12/2016) usufruire di un beneficio contributivo ed un beneficio economico. Il beneficio contributivo riguarda la possibilità di pagare un’aliquota contributiva del 10% (pari a quella applicata agli apprendisti delle aziende con più di 9 dipendenti) per n. 18 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato e di 12 mesi per le assunzioni a tempo determinato oltre ad ulteriori 12 mesi in caso di trasformazione del contratto a tempo indeterminato. Il beneficio economico consiste nell’ottenimento da parte dell’azienda del 50% dell’assegno di mobilità che sarebbe comunque spettato al lavoratore assunto.
Con l’abrogazione dell’istituto della mobilità verranno meno anche gli incentivi per le aziende che assumeranno lavoratori iscritti alle liste di mobilità.

Ne risulta pertanto che:
• le aziende che stipuleranno nel 2016 contratti a tempo indeterminato con lavoratori iscritti alle liste di mobilità avranno diritto ai benefici contributivi ed economici sopra indicati;
• le aziende che stipuleranno nel 2016 contratti a tempo determinato con lavoratori iscritti alle liste di mobilità avranno diritto ai benefici contributivi fino alla scadenza del contratto stesso, anche se scadrà nel 2017. Non vi saranno però ulteriori benefici contributivi o economici in caso di proroga o trasformazione del contratto. Si consiglia pertanto alle aziende di valutare eventuali trasformazioni a tempo indeterminato di contratti stipulati a tempo determinato con lavoratori iscritti alle liste di mobilità entro il 31/12/2016.

Per ulteriori informazioni
tel. 0173/226611
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

freccia  Torna all'elenco news